I Bouquinistes, i venditori di libri usati più famosi

I Bouquinistes di Parigi

Il lungo Senna è un'icona per gli appassionati di libri antichi, un luogo magico nel quale rivivere la secolare storia dei bouquinistes, i caratteristici venditori di libri di Parigi. La tradizione delle bancarelle affonda le sue radici nel lontano XVI secolo quando i primi venditori ambulanti di libri si sistemarono lungo Pont Neuf, sfidando le botteghe ed anche il controllo dell'epoca sugli strumenti di diffusione della cultura che dovevano superare l'imprimatur della censura.

La magia della secolare storia rivive nelle bancarelle di oggi, senza le quali Parigi non sarebbe così chic ed amata dagli appassionati di libri d'epoca, ma anche di riviste, cartoline, quadri e souvenir. Gli esperti di libri antichi sanno bene che cercando con pazienza (ed un poco di fortuna) si possono trovare testi di grande pregio a prezzi convenienti, ovviamente operando una lunga e divertente contrattazione che non può mancare nei mercatini di libri usati più famosi del mondo.

I più rinomati, seppure non i soli poiché le grandi librerie all'aperto hanno fatto scuola in Europa e negli altri continenti, arrivando fino a Pechino e a Tokyo dove sono spuntati bouquinistes che ricalcano quelli parigini. I tipici chioschi in metallo, che si aprono di prima mattina e scompaiono la sera, ricoperti di manifesti e stampe d'epoca sono facilmente esportabili, ma la magia degli ambulanti che costeggiano la Senna è più ardua da replicare e, non per nulla, i bouquinistes hanno meritato il riconoscimento da parte dell'Unesco quali patrimonio dell'umanità meritevole d'essere tutelato insieme agli altri tesori di Parigi.