Il Collezionismo di Libri

Libri Usati

Il collezionismo di libri è una passione diffusa, che si tratti di preziosi incunaboli antichi o di volumi del secolo scorso è sempre un piacere donare una seconda vita a libri scelti tra i tanti sulle bancarelle dei mercatini dell'usato o delle librerie antiquarie o ancora acquistati su internet.

Una ricerca che coinvolge i bibliofili di ogni età e di ogni estrazione poichè il collezionismo vanta una scelta così ampia da accontentare tutti. Vi sono i libri antichi, per prassi dalle origini della scrittura fino a tutto Settecento, rarità riservate ad un pubblico ristretto, seppure il mercato non offra soltanto le rarissime edizioni della Bibbia di Gutenberg e del Codice di Leicester, il cui valore si aggira sui 30 milioni di dollari. Non dimentichiamo, inoltre, il valore delle splendide riproduzioni di libri antichi, le quali possono rendere speciale ogni collezione. 

I libri stampati nella prima metà dell'Ottocento vengono solitamente etichettati come romantici, mentre dal 1850 in poi si parla di libri moderni, categoria che include opere di straordinario valore sia culturale che economico. L'anzianità è, infatti, soltanto un aspetto da prendere in considerazione e può capitare di scovare sulle bancarelle dei mercatini volumi editi nel Novecento assai ricercati in ragione della tiratura limitata, delle illustrazioni, degli errori di stampa, delle note a margine scritte dall'autore o da lettori celebri e delle dediche impresse. 

Molto ricercati anche i giornali, le riviste ed i fumetti d'epoca, di frequente dimenticati in scatoloni in soffitta, fino a quando gli inconsapevoli possessori di tesori non decidono di fare spazio mettendoli in vendita, magari improvvisandosi commercianti nei mercatini aperti ai venditori per hobby, altri luoghi di grande interesse per i collezionisti più attenti.